Caricamento in corso ...

Otorinolaringoiatria

 COMPILI IL MODULO PER SOTTOPORCI, IN VIA PRELIMINARE E GRATUITAMENTE, LA SUA SITUAZIONE: 

Valutazione medica gratuita

Otorinolaringoiatria

L'Otorinolaringoiatria è gestita da un medico esperto nella diagnosi e nella cura delle malattie e dei disturbi che possono interessare orecchie, cavità nasali e gola, oltre ai loro punti di collegamento a livello di faccia e collo.

Infatti, tanto per citare una piccola curiosità, il nome otorinolaringoiatra, è l'insieme dei termini di origine greca che vogliono dire orecchio ("oto"), naso ("rino"), laringe ("laringo") e medico ("iatra").

Accade molto spesso che l'Otorinolaringoiatra si specializzi ulteriormente nell'ambito della stessa disciplina, come ad esempio nell'oncologia del collo e della testa, nella plastica ricostruttiva del viso, nella cura delle allergie, ecc.

Per quanto riguarda invece la Visita Otorinolaringoiatrica, non necessita di sedazioni, salvo in casi eccezionali e non vi sono limitazioni di età.

 

Sintomi più ricorrenti

E' indicata una visita con l'otorinolaringoiatra in caso di ronzii nell'orecchio, problemi di udito, orecchio chiusonaso chiuso.

Anche nel caso di sensazioni di sbandamento, problemi di equilibrio e vertigini, dolore continuo alla gola o sensazione di corpo estraneo al suo interno e abbassamento persistente della voce.
Visite regolari sono inoltre consigliate a tutti coloro che hanno sofferto in passato di un problema di natura otorinolaringoiatrica, i cui sintomi non sono mai completamente scomparsi.

Di seguito un elenco più esaustivo dei sintomi coinvolti nell'Otorinolaringoiatria:   

  • Abbassamento persistente della voce         

  • Apnee notturne                                                                                                                                     

  • Difficoltà a respirare

  • Dolore continuo alla gola

  • Giramenti di testa

  • Mal di gola

  • Naso chiuso

  • Orecchio tappato

  • Perdita dell'udito

  • Perdita di sangue dal naso

  • Problemi di equilibrio

  • Problemi di udito

  • Ronzii o fischi nell'orecchio

  • Russamento

  • Scolo nasale

  • Sensazione di corpo estraneo nella gola

  • Sensazione di sbandamento

  • Vertigini

Visite regolari sono inoltre consigliate a tutti coloro che hanno già sofferto in passato di un problema di natura otorinolaringoiatrica.

 

Patologie più ricorrenti

Di seguito una lista delle patologie più ricorrenti nell'ambito dell'Otorinolaringoiatria:

  • Acufeni (rumore o fischio nell'orecchio)

  • Adenoiditi (infiammazione delle adenoidi)

  • Allergie   
  • Anomalie del palato

  • Calcolosi salivare (formazione di calcoli all'interno delle ghiandole salivari)

  • Stenosi della laringee (restringimento della laringe)

  • Fibropapilloma (infezione da Papilloma Virus)

  • Ipertrofia dei turbinati (rigonfiamento cronico della mucosa respiratoria)

  • Labirintite (infiammazione dei canali che costituiscono l'orecchio interno)

  • Laringiti (infiammazione della laringe)

  • Malformazioni del naso e del setto nasale

  • Noduli

  • Otiti

  • Otoclerosi (crescita microscopica e anomala di tessuto osseo attorno alla staffa)

  • Otolitiasi e Cupololitiasi (patologia vertiginosa che dipende dal distacco, nel labirinto dell'orecchio, di piccoli cristalli detti otoliti)

  • Paralisi delle corde vocali

  • Patologie cervico facciali e nasali

  • Perforazione del timpano

  • Poliposi (soffici escrescenze tumorali benigne)

  • Riniti (scolo nasale dovuto all'infiammazione della mucosa)

  • Scialoadenite (infiammazione delle ghiandole salivari)

  • Sinusiti croniche (gonfiore della mucosa)

  • Sordità

  • Tonsilliti (infiammazione delle tonsille)

  • Tumori alla testa e al collo

Visite Mediche di Otorinolaringoiatria

Si inizia la visita medica con l’anamnesi del paziente, attraverso un colloquio con l'obiettivo di ottenere informazioni riguardo alla sua storia clinica passata e attuale.

Verranno, infatti, chiesti al paziente quali sono i sintomi manifestati, che tipo di attività lavorativa svolge, quali sono le sue abitudini di vita (in particolare se fa uso di fumo e alcol), se ha patologie sistemiche o locali che potrebbero essere associate ai sintomi presentati, se assume farmaci.

Quindi si passa all’esame obiettivo dell’apparato:

  • osservazione della membrana del timpano e del condotto uditivo esterno mediante l’uso di un apposito strumento chiamato otoscopio
  • esplorazione della parte interna del naso (rinoscopia)
  • palpazione del collo per verificare la presenza di masse e tumefazioni sospette
  • esame del cavo orale mediante laringoscopia. Ne esistono due tipi e presso il nostro ambulatorio effettuaiamo unicamente quella indiretta, che richiede l’utilizzo di uno specchio laringeo e una fonte luminosa.

Oltre alla visita medica specialistica otorinolaringoiatrica, la quale non presenta controindicazioni e non comporta rischi di alcun tipo, è possibile effettuare un ulteriore indagine chiamata esame vestibolare.

 

Esami ambulatoriali in Otorinolaringoiatria

L'esame vestibolare consiste in due fasi e la seconda fase viene eseguita a discrezione del medico.

Nella prima fase si valutano i "segni spontanei" della vertigine mediante degli occhiali particolari da far indossare al paziente: il medico sposta la testa del paziente, che è sdraiato sul lettino, per identificare in quali posizioni compaiano particolari movimenti oculari. A seconda della posizione in cui si osserva la presenza di questi movimenti, ed anche in base alla loro tipologia, il medico è in grado di identificare la sede della patologia e il tipo di terapia da intraprendere.

Nella seconda fase che non sempre necessaria, si stimola l'orecchio del paziente con acqua a diverse temperature per valutare la funzionalità dei labirinti vestibolari. Ponendo acqua calda o fredda all'interno del condotto uditivo, infatti, è possibile "attivare" la porzione dell'orecchio coinvolta nella gestione dell'equilibrio.

E' degno di nota che nei soggetti normali, le due orecchie mostrano risposte analoghe alla stimolazione, mentre in soggetti malati si possono evidenziare risposte differenti.

 

Trattamenti Ambulatoriali di Otorinolaringoiatria

L'Otorinolaringoiatra, oltre ad effettuare visite mediche specialistiche, su adulti e in ambito pediatrico, può effettuare trattamenti ambulatoriali quali:

  • Rimozione di tappi di cerume attraverso l'irrigazione dell'orecchio

  • Manovre liberatorie per vertigini posizionali

Otorinolaringoiatria Integrata con la Medicina Complementare

Il Medico, attraverso la visita medica specialistica, potrà consigliare al paziente le terapie più adatte al tipo di problematica riscontrata.

Se necessario, potrà avvalersi anche di specifici Test Biofisici, consegnati direttamente presso la nostra struttura e, qualora lo ritenga opportuno, indicare eventuali trattamenti complementari così da coadiuvare le terapie convenzionali.

L'obiettivo è di ottiene nel paziente miglioramenti importanti, che lo aiutino, laddove possibile, a superare velocemente il problema e con un ottica a lungo termine.