Irrigazione nasale – allevia la sinusite

l'irrigazione nasale con acqua salata aiuta ad alleviare i sintomi della sinusite

VALUTAZIONE MEDICA PRELIMINARE

INVIA ORA I TUOI DATI

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali analisi già in suo possesso che le chiediamo, se possibile, di allegare.

Le risponderemo quanto prima.

L'irrigazione nasale con acqua salata (salina) è anche chiamata lavaggio nasale, risciacquo, doccia o lavaggio. E’ spesso raccomandata dai medici per ridurre la frequenza e la gravità dei sintomi associati all'infiammazione del naso a causa di allergie o altre cause.

L’IRRIGAZIONE NASALE CON ACQUA, SALE E BICARBONATO DI SODIO E’ PIU’ EFFICACE DELL’INALAZIONE DI VAPORE

L’irrigazione nasale può anche ridurre il numero e la gravità delle infezioni dei seni nasali. L’irrigazione nasale agisce assottigliando e rimuovendo le mucose, eliminando le proteine ​​che causano infiammazione e sciacquando allergeni nasali, sostanze irritanti e batteri dal naso e dalle cavità del seno nasale.

 

RISULTATI DI UNO STUDIO BRITANNICO

Secondo uno studio britannico, pubblicato dal Canadian Medical Association Journal, l’irrigazione nasale con acqua salata è meglio dell’inalazione di vapore.

Ricercatori dell’Università di Southampton hanno effettuato uno studio su 871 pazienti suddivisi in quattro gruppi. Un gruppo ha continuato con la consueta cura, uno è stato incaricato di eseguire ogni giorno l’irrigazione nasale (preparando da soli una soluzione di acqua, sale e bicarbonato di sodio) sulla base di un video didattico, a un terzo gruppo  è stato detto di fare inalazioni di vapore ogni giorno, e l’ultimo gruppo è stato incaricato di fare sia le irrigazioni nasali che l’inalazione di vapore.

La maggior parte dei benefici è stata vista nel gruppo che praticava sia l’irrigazione nasale che l’inalazione di vapore, ma l’inalazione di vapore da sola non sembrava migliorare altri sintomi sinusali diversi dal mal di testa. Dopo 6 mesi, il 44% delle persone che utilizzavano l’irrigazione nasale hanno mantenuto i miglioramenti ottenuti con un  punteggio di 10 per i sintomi della rinosinusite, rispetto al 37% di coloro che non avevano utilizzato l’irrigazione nasale. Inoltre dopo 6 mesi, il 59% di coloro che praticavano l’irrigazione nasale hanno fatto uso di prodotti da banco per la sinusite, rispetto al 68% di coloro che non l’avevano utilizzata.

 

CONCLUSIONI

L’irrigazione pare contribuisca a scovare ed eliminare le secrezioni infette che provocano tumefazione, occlusione, infiammazione e dolore dei seni paranasali, mentre l’inalazione di vapore,  da sola, ha facilitato in alcuni casi la cefalea, e comunque ha evidenziato in generale scarsi benefici.

DIAGNOSI E TRATTAMENTO DELLE MALATTIE DI ORIGINE VIRALE E ALLERGICA

 Il Biomedic Clinic & Research, attraverso la medicina integrata, diagnostica e tratta le malattie di origine virale e allergica.

SOTTOPONICI LA TUA PROBLEMATICA

RICHIEDI UNA VALUTAZIONE MEDICA PRELIMINARE

INVIA ORA I TUOI DATI

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali analisi già in suo possesso che le chiediamo, se possibile, di allegare.

Le risponderemo quanto prima.

medicina integrata Biomedic Clinic & Research

INDAGINI E TRATTAMENTI DI MEDICINA INTEGRATA

Patologie di natura infiammatoria, metabolica, infettiva, allergica, autoimmunitaria vengono trattate presso il Biomedic Clinic & Research avvalendosi della Medicina Integrata. Ciò si traduce in un approccio personalizzato che prende in considerazione metodi diagnostici e terapeutici propri sia della medicina tradizionale che di quella naturale, al fine di occuparsi anche delle cause scatenanti di un determinato disturbo, riferite al singolo paziente. 

Ho conosciuto Biomedic per risolvere i problemi di allergia e li ho risolti.
Mentre ero in cura, lamentandomi anche del mal di schiena, ho conosciuto Luca il fisioterapista.
Devo dire che con il metodo dello Spirotiger, con i massaggi e gli esercizi di casa, i muscoli si sono molto ammorbiditi e soffro meno di schiena, ho migliorato anche la respirazione.
Grazie Biomedic.

B.F.
Trento

Che non vedevo un medico (se non quello sportivo) erano circa 30 anni… al punto che quando mi sentii male e chiamai lo studio del mio medico di base, mi dissero “Ci dispiace non possiamo passarglielo, è morto 6 anni fa…”.
Iniziarono quindi così le mie peripezie, dolori spesso fortissimi che non avevano una spiegazione per la scienza normale, se non un “sei depresso” (depresso una sega! Sentivo male e mi giravano le scatole, altro che depresso!!), o “sei triste, vedi lo psicologo”.
Ho girato le cliniche private di mezzo mondo, che si curavano molto di me (sopratutto del mio portafoglio…), ma che non trovavano nessuna soluzione effettiva ai miei problemi fisici.
Poi grazie ad una amica, ho conosciuto il Biomedic, con tutto lo staff ed annessi e connessi. Fin dal primo test capii che questo era il posto che mi avrebbe risistemato…!

La mia “patologia” era molto strana, a volte il mio corpo produceva sostanze alle quali era allergico ed a volte rifiutava ogni medicina o trattamento, mentre i dolori erano lì e mi impedivano letteralmente di vivere (ho dovuto anche smettere di lavorare per questo…).
Ci sono voluti due lunghi anni per “risistemare” il tutto e devo dire che oltre al fatto di avere praticamente azzerato i dolori e tutte le situazioni, sono tornato a vivere come prima, no anzi, molto meglio di prima, perché adesso l’energia si è moltiplicata alla grande!!
Dormo meno e sono ugualmente riposato, sono dimagrito 20 Kg, il mio stomaco digerisce praticamente tutto, ho imparato a mangiare per bene ed a 46 anni, sono tornato a giocare a calcio con 5 ragazzi di 20 anni più giovani, che letteralmente non credono che abbia l’età che ho (e che fisicamente non dimostro neanche…).
Inoltre, grazie a questa energia ho pure ritrovato non uno, ma 3 lavori, che riesco a svolgere con successo ed impegno e con grande soddisfazione.
Io posso scriverlo col sangue e posso giurarlo su Giancarlo Antognoni (sono tifoso della Fiorentina…), se io non fossi venuto al Biomedic, al 100% adesso sarei 2 metri sotto terra all’ombra di quel pino…
Voglio quindi ringraziare IMMENSAMENTE tutto lo staff del Biomedic.
Tutti ma proprio tutti, sono un esempio di umanità, professionalità, disponibilità, simpatia e bontà che non ha pari.
E poi che dire di Fulvio Balmelli? Cioè ragazzi qui si parla del Cristiano Ronaldo di questo settore… No anzi, Ronaldo è troppo poco, direi più un incrocio tra un Leonardo da Vinci, Michelangelo, Federico Brunelleschi e Dante Alighieri.
Grazie Fulvio, grazie davvero Amico mio e dell’umanità!
Un abbraccio a tutti…!!

F.T.
Firenze

Ho scoperto che i disturbi di cui soffrivo da circa 3 anni derivavano da una serie di alimenti che utilizzavo, tra cui il pomodoro e verdure che adoro e che consumo in abbondanza!!
Eliminati gli alimenti “disturbatori” sono tornata in ottima forma fisica e ho acquisito anche utili informazioni sulla nostra alimentazione.
Belle e proficua esperienza!

B.C.
Novara

Avevo dei problemi di intolleranza alimentare che mi causavano sfoghi sulla pelle

Avevo dei problemi di intolleranza alimentare che mi causavano sfoghi sulla pelle.
Con l’abilità e l’esperienza di Salvatore Marino siamo riusciti ad eliminarla completamente.
Grazie ancora!

F.A.
Varese

Ho sempre sofferto di una forte allergia in primavera, che mi provocava raffreddore e bruciore agli occhi.
Ho fatto molte diete ma nell’arco di dieci anni il peso aumentava sempre.
Ho perso subito 5 chili poi mi sono scontrata con un muro, il peso non scendeva più e veniva fuori di tutto, fino a quando il mio corpo ha cominciato a cambiare forma, stava cominciando a rispondere alle terapie!!!
Il muro che il mio corpo aveva creato è finalmente crollato, adesso ho cominciato a mettere su abiti che non mi entravano più da tempo ma la cosa più bella è che sono decisa e sicura di quello che sto facendo.
So che il lavoro che devo fare è ancora tanto ma non sono per niente scoraggiata, non ho attenzione sul cibo, e ho un team splendido, che mi aiuta, mi sostiene in qualsiasi difficoltà.
Grazie di cuore a tutto il team dello Biomedic.
Grazie mille.

D.D.K.
Milano

Sono arrivata qui al Biomedic perché avevo continuamente mal di testa, mal di stomaco, nausea e in generale non stavo molto bene.

Sono arrivata qui al Biomedic perché avevo continuamente mal di testa, mal di stomaco, nausea e in generale non stavo molto bene.
È vero non era “nulla di grave” ma non volevo continuare a stare in quella condizione, quindi ho deciso di prendermi cura di me.
Il Biomedic è un ambiente professionale ed amichevole, mi sono trovata bene in tutto e per tutto, anche quando Fabiana ha dovuto riprendermi per un ritardo…
Ci stava, fa parte del rispettare il lavoro che stanno facendo per me.
Balmelli è stato incredibile, ha trovato il corretto feeling.
Poi Marino si è preso cura di me passo dopo passo, mi ha messo a mio agio e potevo dirgli tutto quello che succedeva, sintomi, impressioni e così via.
E lui semplicemente mi portava attraverso con tutte le verifiche possibili e immaginabili.
Ed ora, ho finito, niente più intolleranze, niente più mal i testa, mal di stomaco, stanchezza, digestione lenta e così via.
Grazie ragazzi, grazie a tutti perché siete fantastici.

D.M.C.
Milano

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.

Si dichiara che il presente messaggio è diramato nel rispetto delle linee guida inerenti l’applicazione degli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica.

Autore: Alessia Panizza

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Roberto Cestari (medico chirurgo, Direttore Sanitario Biomedic Clinic & Research).

Adattamento e Pubblicazione a cura della Redazione del Biomedic Clinic & Research

JAMA (Journal of American Medical Association) – jamanetwork.com/journals/jamaotolaryngology/article-abstract/2738432

Canadian Medical Association Journal online July 18, 2016 –  cmaj.ca/content/188/13/940