Caricamento in corso ...

Anemia

ANEMIA

L'anemia si verifica quando il numero di globuli rossi sani nel corpo è troppo basso. I globuli rossi trasportano ossigeno a tutti i tessuti del corpo, quindi un basso numero di globuli rossi indica che la quantità di ossigeno nel sangue è inferiore a quella che dovrebbe essere.

Molti dei sintomi dell'anemia sono causati dalla riduzione dell’apporto di ossigeno ai tessuti e agli organi vitali del corpo.

L'anemia viene misurata in base alla quantità di emoglobina, la proteina presente nei globuli rossi che trasporta l'ossigeno dai polmoni ai tessuti del corpo.

L'anemia colpisce oltre 1,6 miliardi di persone in tutto il mondo. Le donne e le persone con malattie croniche come il cancro hanno il più alto rischio di sviluppare anemia.

Sintomi    |   Cause   |   Diagnosi   |   Trattamento      |    Torna a Patologie di cui ci occupiamo

SINTOMI DELL’ANEMIA

Le persone con anemia sembrano pallide e possono spesso lamentarsi di avere freddo.

Potrebbero inoltre verificarsi:

  • Vertigini, soprattutto quando in movimento o in piedi
  • Voglie insolite, come voler mangiare ghiaccio, argilla o terra
  • Difficoltà di concentrazione o stanchezza
  • Stipsi

Alcuni tipi di anemia possono causare infiammazione della lingua, rendendo la lingua liscia, lucida, rossa e spesso dolorosa.

Se l'anemia è grave, possono verificarsi svenimenti.

Altri sintomi includono:

  • Unghie fragili
  • Mancanza di respiro
  • Dolore al petto
  • I livelli di ossigeno nel sangue possono essere così bassi che una persona con grave anemia può avere un infarto.

 

Ad un esame fisico chi ha l'anemia, potrebbe mostrare:

  • Pressione sanguigna alta o bassa
  • Pelle pallida
  • Itterizia
  • Un aumento della frequenza cardiaca
  • Soffio al cuore
  • Linfonodi ingrossati
  • Milza o fegato ingrossati
  • Glossite atrofica della lingua (infiammazione acuta o cronica della lingua, che assume alcune caratteristiche peculiari come: ispessimento, bruciore, arrossamento, desquamazione, atrofia)

Le persone con segni o sintomi di anemia devono consultare un medico, soprattutto se si verificano svenimenti o dolori al petto.

Valutazione medica gratuita

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali esami già in suo possesso che dovrà allegare.

Valutazione medica gratuita



CERCA ARTICOLI

CAUSE DELL’ANEMIA

Il ferro dietetico (ovvero quello assunto attraverso l’alimentazione), la vitamina B-12 e il folato sono essenziali per far maturare i globuli rossi nel corpo. Normalmente, lo 0,8-1% dei globuli rossi del corpo viene sostituito ogni giorno e la durata media della vita dei globuli rossi è compresa tra 100 e 120 giorni. Qualsiasi processo che abbia un effetto negativo su questo equilibrio tra produzione e distruzione dei globuli rossi può causare anemia.

Le cause dell'anemia sono generalmente divise tra quelle che riducono la produzione di globuli rossi e quelle che aumentano la distruzione dei globuli rossi.

 

Fattori che riducono la produzione di globuli rossi

I fattori che tipicamente riducono la produzione di globuli rossi, causando anemia, includono:

  • Stimolazione inadeguata della produzione di globuli rossi da parte dell'ormone eritropoietina, che viene prodotta dai reni
  • Assunzione dietetica inadeguata di ferro, vitamina B-12 o acido folico
  • Ipotiroidismo

 

Fattori che aumentano la distruzione dei globuli rossi

Qualsiasi disturbo che distrugge i globuli rossi ad una velocità più rapida di quanto non vengano creati può causare anemia. Ciò si verifica in genere a causa dell'emorragia, che può verificarsi a causa di:

  • Endometriosi
  • Incidenti
  • Lesioni gastrointestinali
  • Mestruazione
  • Parto
  • Eccessivo sanguinamento uterino
  • Chirurgia
  • Cirrosi, che comporta cicatrici del fegato
  • Fibrosi (tessuto cicatriziale) all'interno del midollo osseo
  • Emolisi, una rottura dei globuli rossi che può verificarsi con alcuni farmaci o incompatibilità Rh
  • Disturbi del fegato e della milza
  • Disturbi genetici come:
  • Deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (G6PD)
  • Talassemia (un gruppo di anemie emolitiche ereditarie)
  • Anemia falciforme (una malattia genetica ed ereditaria del sangue)

Nel complesso, tuttavia, la carenza di ferro è la causa più comune di anemia. Rappresenta quasi la metà di tutti i casi di anemia ed è un grave disturbo nutrizionale in tutto il mondo.

 

Fabbisogno nutrizionale giornaliero e anemia

Il fabbisogno giornaliero di vitamine e ferro varia a seconda del sesso e dell'età.

Le donne hanno bisogno di più ferro e folati rispetto agli uomini a causa delle perdite di ferro durante il loro ciclo mestruale e dello sviluppo fetale durante la gravidanza e l’allattamento.

 

FERRO

Secondo il National Institutes of Health (Stati Uniti), l'assunzione giornaliera raccomandata di ferro per gli adulti dai 19 ai 50 anni è la seguente:

Per gli uomini 8 mg

Per le donne 18 mg

Durante la gravidanza 27 mg

Durante l'allattamento 9 mg

 

Uomini e donne di età superiore ai 50 anni richiedono solo 8 milligrammi (mg) di ferro al giorno. Potrebbe essere necessario un supplemento se non è possibile acquisire livelli adeguati di ferro attraverso la sola dieta.

 

Buone fonti di ferro dietetico includono:

Fegato

Milza

Carne bovina

Carne di cavallo

Tuorlo d’uovo

Alcuni prodotti della pesca (scorfano, occhiata, spigola, acciuga, cefalo, sarda, tonno, dentice, sgombro)

Legumi secchi e fagioli freschi

Cereali integrali (soprattutto fiocchi d’avena)

Frutta secca ed alcuni ortaggi a foglia (spinaci, indivia, radicchio verde)

 

ASSIMILAZIONE DEL FERRO

Tra i fattori che favoriscono l’assorbimento di ferro troviamo in particolare la vitamina C, che aiuta ad assimilare soprattutto quello di origine vegetale.

 

Al contrario, la presenza di fitati ed ossalati, che si trovano nelle fibre alimentari, impedisce la biodisponibilità del minerale, poiché formano con il ferro dei complessi non assorbibili.

Anche una riduzione della secrezione gastrica influisce negativamente sull’assorbimento di ferro.

Tuttavia, non bisogna dimenticare che negli alimenti vegetali la biodisponibilità del ferro è bassa (anche il 3%), mentre negli alimenti di origine animale è maggiore (circa il 20%), per cui questi ultimi risultano essere le fonti alimentari più importanti. Infatti, ad esempio, nei cereali integrali e nei legumi troviamo fitati e ossalati, sostanze che limitano l’assorbimento del minerale, così come gli alimenti dove c’è una forte componente di calcio.

 

FOLATO

Il folato è la forma di acido folico che si presenta naturalmente nel corpo.

I maschi e le femmine di età superiore ai 14 anni richiedono 400 microgrammi di equivalenti di folati nella dieta (mcg / DFE) al giorno.

 

Per le donne in gravidanza o in allattamento, l'assunzione raccomandata aumenta rispettivamente a 600 mcg / DFE e 500 mcg / DFE al giorno.

 

Esempi di alimenti ricchi di folati sono:

Fegato di manzo

Lenticchie

Spinaci

Grandi fagioli del nord

Asparagi

Uova

Si può anche aggiungere acido folico alla dieta con cereali e pane fortificati.

 

VITAMINA B-12

La raccomandazione giornaliera per adulti per la vitamina B-12 è 2,4 mcg. Le donne in gravidanza e gli adolescenti hanno bisogno di 2,6 mcg al giorno e le donne che allattano al seno richiedono 2,8 mcg al giorno.

 

Fegato di manzo e vongole sono due delle migliori fonti di vitamina B-12.

Altre buone fonti includono:

Pesce

Carne

Pollame

Uova

Altri prodotti lattiero-caseari

La vitamina B-12 è disponibile anche come integratore per coloro che non ne assumono abbastanza dalla sola dieta.

DIAGNOSTICARE L’ANEMIA

Una diagnosi di anemia inizia con la storia di salute della persona e della famiglia, insieme a un esame fisico.

Una storia familiare di alcuni tipi di anemia come l'anemia falciforme può essere utile. Una storia di esposizione ad agenti tossici in casa o sul luogo di lavoro potrebbe indicare una causa ambientale.

I test di laboratorio sono spesso utilizzati per aiutare i medici a scoprire la causa dell'anemia.

 

I test per diagnosticare l'anemia includono:

  • Emocromo completo (CBC). L'esame del sangue CBC mostra il numero e la dimensione dei globuli rossi. Mostra anche se i livelli di altri globuli come i globuli bianchi e le piastrine sono normali.
  • Livelli sierici di ferro. Questo esame del sangue mostra se la carenza di ferro è la causa dell'anemia.
  • Test della ferritina. Questo esame del sangue analizza i depositi di ferro.
  • Test della vitamina B-12. Questo esame del sangue mostra i livelli di vitamina B-12 e aiuta il medico a stabilire se sono troppo bassi.
  • Test dell'acido folico. Questo esame del sangue rivela se i livelli sierici di folati sono bassi.
  • Test delle feci per sangue occulto. Questo test applica una sostanza chimica a un campione di feci per vedere se è presente sangue. Se il test è positivo, significa che il sangue viene perso da qualche parte nel tratto gastrointestinale, dalla bocca al retto. Problemi come ulcere allo stomaco, colite ulcerosa e tumore del colon possono causare sangue nelle feci.

Ulteriori Esami

Sulla base dei risultati di queste analisi, i medici possono ordinare esami aggiuntivi come:

  • Radiografia del tratto GI superiore e intestino tenue. Serve per rilevare anomalie nell'esofago, nello stomaco e nell'intestino tenue. Il test può individuare condizioni che vanno dal lento movimento intestinale ai disturbi della deglutizione e alle cicatrici nel tratto digestivo.
  • Radiografie del torace
  • TAC dell’addome

TRATTAMENTO DELL’ANEMIA

Il trattamento dell'anemia dipende da ciò che la causa.

L'anemia causata da quantità inadeguate di ferro nella dieta, vitamina B-12 e acido folico viene trattata con integratori alimentari. In alcuni casi, sono necessarie iniezioni di B-12 in quanto non viene assorbita correttamente dal tratto digestivo.

Il medico e il nutrizionista possono prescrivere una dieta che contenga le giuste quantità di vitamine, minerali e altri nutrienti. Una dieta adeguata può aiutare a prevenire il ripetersi di questo tipo di anemia.

In alcuni casi, se l'anemia è grave, i medici usano iniezioni di eritropoietina per aumentare la produzione di globuli rossi nel midollo osseo. Se si verifica sanguinamento o il livello di emoglobina è molto basso, potrebbe essere necessaria una trasfusione di sangue.

 

PROSPETTIVE PER CHI SOFFRE DI ANEMIA

Le prospettive a lungo termine per l'anemia dipendono dalla causa e dalla risposta al trattamento. L'anemia è molto curabile, ma può essere pericolosa se non trattata.

E’ importante prestare attenzione alle etichette degli alimenti e assumere in un multivitaminico per assicurarsi la quantità giornaliera raccomandata di ferro.

Parlare con il medico se si verificano sintomi di anemia, soprattutto se si ha una storia familiare che la include. Il medico molto probabilmente farà iniziare una dieta o un regime di integratori per aumentare l'assunzione di ferro.

Una carenza di ferro può anche essere un segno di condizioni mediche più gravi, quindi è importante prestare attenzione al proprio corpo. Nella maggior parte dei casi, basta modificare la dieta o assumere un integratore di ferro può risolvere l’anemia.

 

ANEMIA E MAL DI TESTA

Diversi tipi di anemia possono causare mal di testa.

 

ANEMIA DA CARENZA DI FERRO

L'anemia sideropenica (IDA) - dal latino sìderos = ferro e penìa = povertà - può far sì che il cervello riceva meno ossigeno di quello necessario al suo funzionamento ottimale, portando a mal di testa.

L'IDA è stata anche associata all'emicrania, specialmente nelle donne che hanno le mestruazioni.

 

ANEMIA DOVUTA A CARENZA VITAMINICA

Come una mancanza di ferro, bassi livelli di alcune vitamine, come B-12 e acido folico, possono causare anemia. Questi tipi di anemia provocano anche una riduzione dei livelli di ossigeno nel cervello, che può causare mal di testa.

 

ANEMIA FALCIFORME E TALASSEMIA

L'anemia falciforme e la talassemia sono tipi di anemia che fanno sì che i globuli rossi diventino più appiccicosi e formino coaguli o assumano una conformazione anormale. Queste condizioni possono anche portare a mal di testa.

L'anemia è un fattore di rischio per lo sviluppo di trombosi venosa cerebrale (TVC), una rara condizione in cui si forma un coagulo di sangue in una vena del cervello. Questa condizione può anche essere chiamata trombosi venosa del seno cerebrale (TVSC).

 

Quali tipi di mal di testa può causare l’anemia?

MAL DI TESTA DI BASE

Questo è il tipo di mal di testa di cui molte persone soffrono di tanto in tanto. Una varietà di fattori può causare questi mal di testa, inclusi bassi livelli di ossigeno nel cervello.

 

ATTACCHI DI EMICRANIA

Il dolore dell’emicrania varia, ma è spesso descritto come una sensazione pulsante di un lato della testa. Gli attacchi di emicrania si verificano regolarmente e possono avere sintomi associati come cambiamenti nella vista o sensibilità alla luce o al suono. Sono spesso gravi e di lunga durata.

 

MAL DI TESTA TVC (Trombosi Venosa Cerebrale)

La TVC è un coagulo di sangue che si sviluppa in una vena che drena il sangue dal cervello. Il blocco può causare l'infiammazione e la fuoriuscita di sangue nel cervello, provocando mal di testa.

Il mal di testa è il sintomo più comune di TVC e si manifesta in circa il 90 percento di persone con questa condizione.

 

Qual è il trattamento per questi mal di testa?

MAL DI TESTA DI BASE DA IDA

Il mal di testa causato da IDA viene trattato aumentando il livello di ferro con le pillole di ferro. Una volta che il livello di ferro è tornato alla normalità, i globuli rossi saranno in grado di trasportare la giusta quantità di ossigeno nel cervello.

 

MAL DI TESTA DI BASE DA CARENZE VITAMINICHE

Assumere le vitamine che sono a bassi livelli nel corpo aumenterà il numero di globuli rossi e la quantità di ossigeno erogata al cervello.

 

ATTACCHI DI EMICRANIA

Indipendentemente dal fatto che siano correlati all'IDA, gli attacchi di emicrania vengono generalmente trattati con farmaci chiamati triptani. Questi farmaci agiscono su sostanze chimiche del cervello come la serotonina e sono un trattamento molto efficace.

 

TVC

Una volta stabilizzate le convulsioni e altri sintomi neurologici, la TVC viene quasi sempre trattata con anticoagulanti, noti anche come fluidificanti del sangue, per dissolvere il coagulo di sangue. Occasionalmente, è necessario un intervento chirurgico per rimuovere il coagulo.

Riferimenti e Bibliografia:

  • www.healthline.com/health/anemia

  • Chan CQH, et al. (2016). Oral vitamin B12 replacement for the treatment of pernicious anemia. DOI: 10.3389/fmed.2016.00038

  • Folate [Fact sheet]. (2019). ods.od.nih.gov/factsheets/Folate-HealthProfessional/

  • Iron-deficiency anemia. (2019).
    womenshealth.gov/a-z-topics/iron-deficiency-anemia

  • Short MW, et al. (2013). Iron deficiency anemia: Evaluation and management.
    aafp.org/afp/2013/0115/p98.html#afp20130115p98-b1

  • Vitamin B12 [Fact sheet]. (2019).
    ods.od.nih.gov/factsheets/VitaminB12-QuickFacts/

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.