Endometriosi

endometriosi

L’endometriosi è un disturbo in cui un tessuto simile al tessuto che forma il rivestimento dell’utero cresce al di fuori della cavità uterina.

Il rivestimento dell’utero si chiama endometrio. L’endometriosi si verifica quando il tessuto endometriale cresce sulle ovaie, sull’intestino e sui tessuti che rivestono il bacino. È insolito che il tessuto endometriale si diffonda oltre la regione pelvica, ma non è impossibile. Il tessuto endometriale che cresce all’esterno dell’utero è noto come impianto endometriale. I cambiamenti ormonali del ciclo mestruale influiscono sul tessuto endometriale mal posto, causando infiammazione e dolore dell’area. Ciò significa che il tessuto crescerà, si addenserà e si romperà. Nel corso del tempo, il tessuto che si è rotto non ha nessun posto dove andare e rimane intrappolato nel bacino.

Questo tessuto intrappolato nel bacino può causare:

  • Irritazione
  • Formazione di cicatrici
  • Aderenze (il tessuto lega insieme gli organi pelvici)
  • Forte dolore durante le mestruazioni
  • Problemi di fertilità

L’endometriosi è una condizione ginecologica comune che colpisce fino al 10 percento delle donne.

VALUTAZIONE MEDICA GRATUITA

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali analisi già in suo possesso che le chiediamo, se possibile, di allegare.

Le risponderemo quanto prima.

SINTOMI DI Endometriosi

I sintomi dell’endometriosi variano. Alcune donne presentano sintomi lievi, ma altre possono presentare sintomi da moderati a gravi.

La gravità del dolore non indica il grado o lo stadio della condizione. Potrebbe essere presente una forma lieve della malattia ma provare dolore angoscioso. È anche possibile avere una forma grave e avere molto poco disagio. Il dolore pelvico è il sintomo più comune dell’endometriosi.

Potrebbero essere presenti anche i seguenti sintomi:

  • Cicli mestruali dolorosi
  • Dolore nell’addome inferiore prima e durante le mestruazioni
  • Crampi una o due settimane attorno alle mestruazioni
  • Sanguinamento mestruale pesante o sanguinamento tra i cicli
  • Infertilità
  • Dolore a seguito di rapporti sessuali
  • Disagio con i movimenti intestinali
  • Dolore lombare che può verificarsi in qualsiasi momento durante il ciclo mestruale

Potrebbe anche non essere presente alcun sintomo. È importante sottoporsi a regolari esami ginecologici, che consentiranno al ginecologo di monitorare eventuali cambiamenti. Ciò è particolarmente importante se si hanno due o più sintomi.

endometriosi sintomi

CAUSE DI Endometriosi

Durante un normale ciclo mestruale, il corpo perde il rivestimento dell’utero. Ciò consente al sangue mestruale di fluire dall’utero attraverso la piccola apertura nella cervice e fuoriuscire, attraverso la vagina.

Mestruazione retrograda

La causa esatta dell’endometriosi non è nota e ci sono diverse teorie sulla causa, sebbene nessuna teoria sia stata scientificamente dimostrata. Una delle teorie più antiche è che l’endometriosi si verifichi a causa di un processo chiamato mestruazione retrograda. Questo accade quando il sangue mestruale ritorna, attraverso le tube di Falloppio, nella cavità pelvica invece di lasciare il corpo attraverso la vagina.

Ormoni

Un’altra teoria è che gli ormoni trasformano le cellule esterne all’utero in cellule simili a quelle che rivestono l’interno dell’utero, note come cellule endometriali.

Modificazioni delle cellule

Altri studiosi ritengono che la condizione possa verificarsi se piccole aree dell’addome si convertono in tessuto endometriale. Ciò può accadere perché le cellule dell’addome crescono da cellule embrionali, che possono cambiare forma e agire come cellule endometriali. Queste cellule endometriali spostate possono trovarsi sulle pareti pelviche e sulle superfici degli organi pelvici, come vescica, ovaie e retto. Continuano a crescere, ad addensarsi e a sanguinare nel corso del ciclo mestruale in risposta agli ormoni del ciclo. È anche possibile che il sangue mestruale penetri nella cavità pelvica attraverso una cicatrice chirurgica, ad esempio dopo un parto cesareo (comunemente chiamato anche taglio cesareo).

Altre tesi

Un’altra teoria è che le cellule endometriali vengono trasportate fuori dall’utero attraverso il sistema linfatico.

Un’altra teoria ancora sostiene che potrebbe essere a causa di un sistema immunitario difettoso che non sta distruggendo le cellule endometriali errate.

Alcuni studiosi ritengono che l’endometriosi potrebbe iniziare nel periodo fetale con tessuto cellulare fuori posto che inizia a rispondere agli ormoni della pubertà. Questa è spesso chiamato teoria mulleriana. Lo sviluppo dell’endometriosi potrebbe anche essere collegato alla genetica o persino alle tossine ambientali.

STADI DI ENDOMETRIOSI

L’endometriosi ha quattro stadi o tipi:

  1. Minimo
  2. Lieve
  3. Moderato
  4. Grave

Diversi fattori determinano lo stadio del disturbo. Questi fattori possono includere la posizione, il numero, la dimensione e la profondità degli impianti endometriali.

STADIO 1: MINIMO

Nell’endometriosi minima, ci sono piccole lesioni o ferite e impianti endometriali superficiali sull’ovaio. Potrebbe esserci anche un’infiammazione all’interno o intorno alla cavità pelvica.

STADIO 2: LIEVE

L’endometriosi lieve comporta lesioni leggere e impianti superficiali su un’ovaia e sul rivestimento pelvico.

STADIO 3: MODERATO

L’endometriosi moderata comporta impianti profondi sull’ovaio e sul rivestimento pelvico. Possono esserci anche più lesioni.

STADIO 4: GRAVE

Lo stadio più grave dell’endometriosi coinvolge impianti profondi sul rivestimento pelvico e sulle ovaie. Potrebbero esserci anche lesioni alle tube di Falloppio e all’intestino.

FATTORI DI RISCHIO PER L’ENDOMETRIOSI

La condizione è più comune nelle donne che:

  • Hanno tra i 30 ei 40 anni
  • Non hanno avuto figli
  • Hanno cicli mestruali più lunghi di 7 giorni
  • Hanno cicli più brevi di 28 giorni
  • Hanno iniziato il ciclo prima dei 12 anni
  • Hanno una madre o una sorella che ha avuto l’endometriosi

Statistiche di incidenza

Secondo la Johns Hopkins Medicine, circa il 2-10% delle donne in età fertile negli Stati Uniti tra i 25 e i 40 anni ha l’endometriosi.

Il Ministero della Salute nell’aprile del 2019 indicava le seguenti statistiche per quanto riguarda il nostro paese: “In Italia sono affette da endometriosi il 10-15% delle donne in eta riproduttiva; la patologia interessa circa il 30-50% delle donne infertili o che hanno difficolta a concepire. Le donne con diagnosi conclamata sono almeno 3 milioni.

Comprendere i fattori di rischio per prevenirla

Di solito si sviluppa anni dopo l’inizio del ciclo mestruale. Questa condizione può essere dolorosa ma comprendere i fattori di rischio può aiutare a determinare se si è sensibili a questa condizione e quando sarebbe opportuno parlare con il proprio medico.

Età. Le donne di tutte le età sono a rischio di endometriosi. Di solito colpisce le donne di età compresa tra 25 e 40 anni, ma i sintomi possono iniziare con la pubertà.

Storia famigliare. Sarebbe consigliabile parlare con il proprio medico se si ha un membro della famiglia che soffre di endometriosi. Si potrebbe avere un rischio maggiore di sviluppare la malattia.

Storia di gravidanza. La gravidanza può ridurre temporaneamente i sintomi dell’endometriosi. Le donne che non hanno avuto figli corrono un rischio maggiore di sviluppare il disturbo. Tuttavia, l’endometriosi può ancora verificarsi nelle donne che hanno avuto figli. Ciò supporta la comprensione che gli ormoni influenzano lo sviluppo e il progresso della condizione.

Storia mestruale. Problemi con le mestruazioni possono comportare un maggior rischio. Questi possono includere cicli più brevi, cicli più pesanti e più lunghi o le mestruazioni che iniziano in giovane età.

 

COMPLICANZE DELL’ENDOMETRIOSI

Avere problemi di fertilità è una grave complicazione dell’endometriosi. Le donne con forme più lievi possono essere in grado di concepire e portare a termine la gravidanza. I farmaci non migliorano la fertilità. Alcune donne sono state in grado di concepire dopo aver rimosso chirurgicamente il tessuto endometriale.

La chirurgia laparoscopica può migliorare il tasso di gravidanza delle donne che hanno un’endometriosi da moderata a grave. La fecondazione in vitro è un’opzione se l’infertilità persiste. Lo sperma e l’uovo vengono combinati in un laboratorio e l’embrione risultante viene impiantato nell’utero.

Anche se la fertilità non è un problema, gestire il dolore cronico può essere difficile.

PROGRAMMI SEMPLIFICATI DI MEDICINA INTEGRATA

VALUTAZIONE MEDICA GRATUITA

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali analisi già in suo possesso che le chiediamo, se possibile, di allegare.

Le risponderemo quanto prima.

DIAGNOSI DI Endometriosi

I sintomi dell’endometriosi possono essere simili a quelli di altre patologie, come le cisti ovariche (raccolte di liquido, di grandezza variabile, presenti su un ovaio  e talvolta su entrambi) e la malattia infiammatoria pelvica (un’infezione del tratto genitale femminile superiore che include cervice, utero, tube di Falloppio e ovaie).

Il trattamento del dolore richiede una diagnosi accurata. Il medico eseguirà uno o più dei seguenti test:

Storia dettagliata. Il medico prenderà nota dei sintomi e della storia personale o familiare di endometriosi. Può anche essere eseguita una valutazione generale della salute per determinare se ci sono altri segni di un disturbo a lungo termine.

Esame fisico. Durante un esame pelvico, il medico sentirà manualmente l’addome per verificare la presenza di cisti o cicatrici dietro l’utero.

Ecografia. Il medico può utilizzare un’ecografia transvaginale o un’ecografia addominale. In un’ecografia transvaginale, un trasduttore viene inserito nella vagina. Entrambi i tipi di ultrasuoni forniscono immagini degli organi riproduttivi. Possono aiutare il medico a identificare le cisti associate all’endometriosi, ma non sono efficaci per escludere la malattia.

Laparoscopia. L’unico metodo certo per identificare l’endometriosi è visualizzarlo direttamente. Questo viene fatto da una piccola procedura chirurgica nota come laparoscopia. Una volta diagnosticato, il tessuto può essere rimosso con la stessa procedura.

APPROFONDIMENTI

ENDOMETRIOSI O FIBROMI? DIFFERENZE

L’endometriosi è una delle cause di forti dolori mestruali. Ma il dolore può essere causato da un’altra condizione, come i fibromi, che sono escrescenze non cancerose del tessuto muscolare dell’utero. I fibromi possono causare forti crampi e sanguinamento più pesante durante il ciclo. Il dolore dell’endometriosi o dei fibromi può divampare anche in altri periodi del mese.

È molto facile confondere i sintomi dell’endometriosi e dei fibromi uterini. Hanno molti sintomi simili e sovrapposti. Per questo motivo, può essere particolarmente difficile capire la differenza tra i due. Tuttavia, ciascuno di essi presenta alcune importanti distinzioni. È fondamentale conoscere le differenze in modo da poter cercare la diagnosi e le opzioni di trattamento adeguate.

ALCUNI SINTOMI IN COMUNE

  • L’endometriosi e i fibromi uterini possono condividere gli stessi sintomi, tra cui:
  • Cicli mestruali dolorosi
  • Sesso doloroso (durante o dopo)
  • Cicli mestruali prolungati o irregolari
  • Bacino gonfio

 

ALCUNE DIFFERENZE TRA SINTOMI DI ENDOMETRIOSI E DI FIBROMI

L’endometriosi può causare dolore pelvico cronico e stanchezza. Inoltre, è spesso associata alla sindrome da stanchezza cronica. Alcune donne con endometriosi provano dolore durante i movimenti intestinali, mentre i fibromi uterini tendono a causare la stitichezza nelle donne. Esiste una linea sottile tra le due condizioni, quindi conoscere la differenza può essere una componente chiave per aiutare il medico a fare una diagnosi differenziale.

Inoltre, con l’endometriosi, il nostro corpo sa che i tessuti che crescono al di fuori dell’utero in realtà non ci appartengono. Spesso (i nostri corpi) formeranno quindi tessuto cicatriziale attorno al tessuto uterino, causando ulteriore dolore, sanguinamento e infiammazione. È questo attacco del nostro stesso corpo che porta alcuni esperti (in parte) a credere che ci sia una componente autoimmune dell’endometriosi. Ma questa è ancora solo una teoria e la ricerca è in corso.

TRATTAMENTO DELL' Endometriosi

L’endometriosi non ha cura, ma i suoi sintomi possono essere gestiti. Sono disponibili opzioni mediche e chirurgiche per aiutare a ridurre i sintomi e gestire eventuali potenziali complicanze.

Il medico può inizialmente provare trattamenti conservativi. Potrebbe quindi raccomandare un intervento chirurgico se le condizioni non migliorano.

Ciascuna persona reagisce in modo diverso ai diversi tipi di trattamento. Il medico aiuterà a trovare quello che funziona meglio per te.

Le opzioni di trattamento includono:

Antidolorifici 

E’ possibile provare antidolorifici da banco come l’ibuprofene, ma questi non risultano efficaci in tutti i casi.

Terapia ormonale

L’assunzione di ormoni supplementari a volte può alleviare il dolore e fermare la progressione dell’endometriosi. La terapia ormonale aiuta il corpo a regolare i cambiamenti ormonali mensili che promuovono la crescita dei tessuti che si verifica quando hai l’endometriosi.

Contraccettivi ormonali

I contraccettivi ormonali riducono la fertilità prevenendo la crescita mensile e l’accumulo di tessuto endometriale.

Pillole anticoncezionali, cerotti e anelli vaginali possono ridurre o addirittura eliminare il dolore nell’endometriosi meno grave. Anche l’iniezione di medrossiprogesterone è efficace per fermare le mestruazioni. Blocca la crescita degli impianti endometriali. Allevia il dolore ed altri sintomi. Non è, tuttavia, raccomandabile come prima scelta di trattamento a causa del rischio di riduzione della produzione ossea, aumento di peso e aumento dell’incidenza della depressione, in alcuni casi.

Agonisti e antagonisti dell’ormone di rilascio della gonadotropina (GnRH)

L’assunzione di agonisti e antagonisti dell’ormone di rilascio di gonadotropina (GnRH) blocca la produzione di estrogeni che stimolano le ovaie. L’estrogeno è l’ormone principalmente responsabile dello sviluppo delle caratteristiche sessuali femminili. Il blocco della produzione di estrogeni previene le mestruazioni e crea una menopausa artificiale. La terapia GnRH ha effetti collaterali come secchezza vaginale e vampate di calore. Prendere piccole dosi di estrogeni e progesterone contemporaneamente può aiutare a limitare o prevenire questi sintomi.

Danazol

Danazol è un altro farmaco usato per bloccare le mestruazioni e ridurre i sintomi dell’endometriosi. Durante l’assunzione di danazolo, la malattia può continuare a progredire. Il Danazol può avere effetti collaterali, tra cui acne e irsutismo. L’irsutismo è un’anormale crescita di peli sul viso e sul corpo.

Altri farmaci che possono migliorare i sintomi e rallentare il progresso della malattia sono in fase di studio.

Chirurgia conservativa

La chirurgia conservativa è indicata per le donne che desiderano avere una gravidanza o avvertono forti dolori e per le quali i trattamenti ormonali non funzionano. L’obiettivo della chirurgia conservativa è rimuovere o distruggere le escrescenze endometriali senza danneggiare gli organi riproduttivi. La laparoscopia, un intervento chirurgico minimamente invasivo, viene utilizzata per visualizzare e diagnosticare l’endometriosi. Viene anche utilizzata per rimuovere il tessuto endometriale. Il chirurgo esegue piccole incisioni nell’addome per rimuovere chirurgicamente le escrescenze o bruciarle o vaporizzarle. I laser sono comunemente usati oggi come mezzo per distruggere questo tessuto “fuori posto”.

Chirurgia di ultima istanza (isterectomia)

Raramente, il medico può raccomandare un’isterectomia totale come ultima risorsa se la condizione non migliora con altri trattamenti. Durante un’isterectomia totale, il chirurgo rimuove l’utero e la cervice. Vengono rimosse anche le ovaie perché questi organi producono estrogeni e gli estrogeni causano la crescita del tessuto endometriale. Il chirurgo rimuove anche le lesioni visibili dell’impianto. L’isterectomia di solito non è considerata un trattamento o una cura per l’endometriosi. Non sarà possibile rimanere incinta dopo un’isterectomia.

DIAGNOSI E TRATTAMENTO DELL'Endometriosi PRESSO IL BIOMEDIC

Patologie di natura infiammatoria, metabolica, infettiva, allergica, autoimmunitaria vengono trattate presso il Biomedic Clinic & Research avvalendosi della Medicina Integrata. Ciò si traduce in un approccio personalizzato che prende in considerazione metodi diagnostici e terapeutici propri sia della medicina tradizionale che di quella naturale, al fine di occuparsi anche delle cause scatenanti di un determinato disturbo, riferite al singolo paziente. 

Per la diagnosi ed il trattamento dell’endometriosi è possibile effettuare un test biofisico completo, seguito da trattamenti di medicina integrata, i quali possono includere trattamenti biofisici, piano nutrizionale personalizzato e terapie di medicina naturale e/o tradizionale, in base a quanto emerso in fase di diagnosi.

RICHIEDI UNA VALUTAZIONE MEDICA GRATUITA

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali analisi già in suo possesso che le chiediamo, se possibile, di allegare.

Le risponderemo quanto prima.

About endometriosis. (n.d.).endometriosis.org/endometriosis/

Cox-Henry J. (2018). All birth control pills aren’t created equal in managing endometriosis, say experts.endofound.org/all-birth-control-pills-arent-created-equal-in-managing-endometriosis-say-experts

Do you have endo? (n.d.).endocenter.org/do-you-have-endo/

Endometriosis. (2019).womenshealth.gov/a-z-topics/endometriosis

Endometriosis. (n.d.).stlouischildrens.org/conditions-treatments/endometriosis

Endometriosis. (n.d.).hopkinsmedicine.org/healthlibrary/conditions/gynecological_health/endometriosis_85,P00573/

Endometriosis and pregnancy. (n.d.).healthywomen.org/content/article/endometriosis-and-pregnancy

Endometriosis stages: Understanding the different stages of endometriosis. (n.d.).endofound.org/endometriosis-stages

Endometriosis: Symptoms, treatment, diagnosis. (n.d.).obgyn.ucla.edu/endometriosis

Facts about endometriosis. (n.d.).endometriosis.org/resources/articles/facts-about-endometriosis/

Foster, S. (2018). Endometriosis and IVF: Genetic testing can save time, money, and heartache.endofound.org/endometriosis-and-ivf-genetic-testing-can-save-time-money-and-heartache

Makiyan Z. (2016). New theory of uterovaginal embryogenesis. DOI:10.1080/15476278.2016.1145317

Mayo Clinic Staff. (2019). Endometriosis.mayoclinic.org/diseases-conditions/endometriosis/symptoms-causes/syc-20354656

Pelvic pain symptoms. (n.d.).ucsfhealth.org/conditions/pelvic_pain/signs_and_symptoms.html

Treatments for endometriosis. (n.d.).endometriosisassn.org/about-endometriosis/treatments

Wood R, et al. (n.d.). Myths and misconceptions in endometriosis.endometriosis.org/resources/articles/myths/

salute.gov.it/portale/donna/dettaglioContenutiDonna.jsp?lingua=italiano&id=4487&area=Salute+donna&menu=patologie

endometriosis.net/clinical/fibroids-difference

Wood R, et al. (n.d.). Myths and misconceptions in endometriosis.endometriosis.org/resources/articles/myths/

salute.gov.it/portale/donna/dettaglioContenutiDonna.jsp lingua=italiano&id=4487&area=Salute+donna&menu=patologie

endometriosis.net/clinical/fibroids-difference

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.