Adenoidi ipertrofiche

Le adenoidi ipertrofiche o ingrossate sono adenoidi gonfie. È un problema comune nei bambini dai 2 ai 6 anni. Le adenoidi si infettano in modo ricorrente e aumentano di volume, si “ipertrofizzano” favorendo poi l’insorgenza di diversi tipi di patologie.

ADENOIDI IPERTROFICHE (INGROSSATE)

Si tratta di adenoidi estremamente voluminose, sproporzionate per il loro contenitore osseo. Quando le adenoidi si infettano in modo ricorrente e aumentano di volume, si “ipertrofizzano”, favorendo poi l’insorgenza di diversi tipi di patologie conseguenti proprio all’ingombro dello spazio respiratorio retronasale.

Il problema può interessare prevalentemente bambini nella fascia di età compresa tra i 2 e i 6 anni di vita, perché poi, con la crescita tendono a regredire spontaneamente.

VALUTAZIONE MEDICA PRELIMINARE

MEDICINA INTEGRATA

INVIA ORA I TUOI DATI

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali analisi già in suo possesso che le chiediamo, se possibile, di allegare.

Le risponderemo quanto prima.

SINTOMI DI Adenoidi ipertrofiche

Le adenoidi ipertrofiche possono provocare una varietà di segni e sintomi, che interessano principalmente le vie aeree e le strutture circostanti. Tuttavia, la maggior parte delle persone avrà un ingrossamento minore e apparirà asintomatica. 

Nei casi di ingrossamento più grave, un evento comune è l’ostruzione nasale, che si riferisce al blocco parziale o completo delle vie aeree nasali. Tale ostruzione porta spesso alla respirazione con la bocca o alla tendenza inconscia a respirare attraverso la bocca anziché il naso. Questo può portare ad alitosi, secchezza delle fauci, labbra screpolate e congestione nasale. 

L’ostruzione nasale può anche causare un blocco delle trombe di Eustachio, che collegano l’orecchio medio al rinofaringe (la parte superiore della gola e la parte posteriore della cavità nasale). Un blocco delle trombe di Eustachio può spesso causare infezioni all’orecchio, come l’otite media (infezione dell’orecchio medio) o la tosse. Può anche portare all’ostruzione del sonno, con conseguente irrequietezza, aumento del russamento e, in alcuni casi, apnea notturna, una condizione in cui la respirazione si interrompe momentaneamente durante il sonno. La persistenza dei sintomi può infine portare alla facies adenoidea.

Cos’è la facies adenoidea?

La facies adenoidea si riferisce all’aspetto atipico delle caratteristiche facciali e può derivare da un’ipertrofia adenoidea persistente. Comunemente, la facies adenoidea è nota come “sindrome del viso lungo” ed è caratterizzata da una faccia lunga e magra con la bocca aperta. Con la facies adenoidea, le persone presentano tipicamente un aumento della respirazione orale, un palato arcuato, ossa mascellari superiori sottosviluppate (cioè mascella ipoplasica), un labbro superiore corto, narici elevate e affollamento dentale dei denti anteriori. Si verifica più comunemente nei bambini e spesso si presenta con ostruzione nasale cronica.

la facies adenoidea nota come "sindrome del viso lungo" ed è caratterizzata da una faccia lunga e magra con la bocca aperta.
FACIES ADENOIDEA

CAUSE DI Adenoidi ipertrofiche

Le tonsille e le adenoidi intrappolano i germi che entrano nel corpo e possono ingrossarsi come conseguenza della loro risposta infiammatoria. Le principali cause infettive dell’ipertrofia adenoide si verificano da infezioni virali, come il virus Epstein-Barr, o da infezioni batteriche, come lo Streptococco del gruppo A.

L’infiammazione cronica delle adenoidi può derivare da infezioni acute ricorrenti o da infezioni persistenti.

In alcuni casi, allergie e irritanti possono anche causare ipertrofia adenoide. Quando allergeni o sostanze irritanti entrano in contatto con il tessuto adenoide, le adenoidi hanno una risposta infiammatoria simile attraverso la quale possono ingrandirsi. Inoltre, l’acidità di stomaco causata dal reflusso gastroesofageo (noto anche come reflusso acido), può irritare il tessuto adenoide, innescando l’infiammazione e l’ingrossamento delle adenoidi.

Sebbene le adenoidi ipertrofiche si manifestino più comunemente nei bambini, anche gli adulti con maggiore esposizione all’inquinamento o al fumo possono essere predisposti all’ingrossamento delle adenoidi a causa dell’irritazione.

In alcuni casi, l’ipertrofia adenoidea può anche essere associata a tumori del seno, linfomi e infezione da HIV.

PROGRAMMI SEMPLIFICATI DI MEDICINA INTEGRATA

VALUTAZIONE MEDICA PRELIMINARE

MEDICINA INTEGRATA

INVIA ORA I TUOI DATI

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali analisi già in suo possesso che le chiediamo, se possibile, di allegare.

Le risponderemo quanto prima.

DIAGNOSI DI Adenoidi ipertrofiche

L’ipertrofia adenoidea viene diagnosticata attraverso un esame fisico e una revisione della storia medica del paziente.

Respirazione orale cronica, infezioni persistenti dell’orecchio medio o problemi di sonno spesso suggeriscono la possibilità di ipertrofia adenoidea. 

Poiché le adenoidi sono più in alto rispetto alla gola, il medico non può vederle solo guardando attraverso la bocca. Per verificare la dimensione delle adenoidi è necessario utilizzare:

  • Uno specchio speciale in bocca
  • Un lungo tubo flessibile con una luce (un endoscopio)
  • Una radiografia

 

Se i sintomi indicano un possibile ingrossamento delle adenoidi, il medico esaminerà il naso e la gola utilizzando uno specchio speciale in bocca o una rinofaringoscopia. Una rinofaringoscopia consiste nell’inserire un tubo flessibile, chiamato endoscopio, attraverso il naso per visualizzare le adenoidi. In alcuni casi, la diagnosi può richiedere tecniche di imaging come scansioni TC o raggi X.

APPROFONDIMENTI

COSA SONO LE ADENOIDI

Le adenoidi sono una macchia di tessuto che si trova in alto nella gola, proprio dietro il naso. Insieme alle tonsille fanno parte del sistema linfatico. Il sistema linfatico elimina le infezioni e mantiene in equilibrio i liquidi corporei. Le adenoidi e le tonsille agiscono intrappolando i germi che entrano attraverso la bocca e il naso.

Le adenoidi di solito iniziano a ridursi dopo circa 5 anni dalla nascita. Nell’adolescenza sono quasi completamente scomparse. A quel punto, il corpo ha altri modi per combattere i germi.

 

QUALI PROBLEMI POSSONO CAUSARE LE ADENOIDI INGROSSATE

Le adenoidi ingrossate possono rendere difficile la respirazione attraverso il naso. Il bambino potrebbe finire per respirare solo attraverso la bocca. Ciò può causare:

  • Bocca secca, che può anche provocare l’alitosi
  • Labbra screpolate
  • Naso che cola

Altri problemi che le adenoidi ingrossate possono causare comprendono:

  • Respirazione forte
  • russare
  • Sonno irrequieto
  • Apnea notturna, dove interrompi ripetutamente la respirazione per alcuni secondi mentre dormi
  • infezione alle orecchie

 

Vedi anche Adenoidite.

TRATTAMENTO DI Adenoidi ipertrofiche

Il trattamento dipende da cosa sta causando il problema.

La maggior parte degli individui con ipertrofia adenoidea è asintomatica e potrebbe non richiedere alcun trattamento. 

Nei casi sintomatici, il trattamento si concentra sulla risoluzione della causa sottostante dell’ingrossamento delle adenoidi. 

  • Le infezioni batteriche di solito vengono trattate con un ciclo antibiotico specifico a seconda dell’agente eziologico. A differenza delle infezioni batteriche, le infezioni virali non rispondono agli antibiotici e di solito si risolvono da sole entro 5-7 giorni. 
  • Le reazioni allergiche possono essere trattate con corticosteroidi intranasali, steroidi orali o antistaminici orali. 
  • Mentre il trattamento per il reflusso acido si concentra principalmente sullo stile di vita e sulla modifica della dieta, nonché sull‘uso di antiacidi o farmaci antiacido.

I CASI IN CUI SI RICORRE ALLA CHIRURGIA

In caso di ingrossamento grave o persistente, oppure

  • Gli antibiotici non sono efficaci su un’infezione batterica
  • Le adenoidi ingrossate bloccano le vie aeree

può essere necessaria la rimozione chirurgica delle adenoidi (nota anche come adenoidectomia). 

Allo stesso modo, se un individuo si presenta con un’otite media persistente o un accumulo di liquido nell’orecchio medio (cioè versamento dell’orecchio medio), può essere necessaria la rimozione delle adenoidi. 

A che età si possono rimuovere le adenoidi?

La rimozione chirurgica delle adenoidi, o adenoidectomia, viene solitamente eseguita tra 1 e 7 anni di età, su raccomandazione di uno specialista otorinolaringoiatra. La maggior parte delle volte, la rimozione chirurgica non è necessaria e le adenoidi si ridurranno man mano che il bambino cresce.

Quali sono gli effetti collaterali della rimozione delle adenoidi?

La rimozione delle adenoidi non è generalmente considerata un intervento chirurgico ad alto rischio e i bambini sani di solito hanno un basso rischio di complicanze. Tuttavia, gli effetti collaterali temporanei più comuni sono:

  • Sanguinamento dal naso o dalla bocca 
  • Alitosi
  • Mal di gola 
  • Febbre 
  • Nausea e vomito

Altri effetti collaterali, meno comuni, includono problemi di: 

  • Deglutizione (disfagia) 
  • Dolore all’orecchio o cambiamenti permanenti nella qualità vocale

Se un paziente presenta effetti collaterali persistenti, potrebbe essere necessaria l’assistenza medica.

Adenoidectomia: segnali di pericolo

Se il genitore nota sangue rosso vivo che esce dalla bocca o dal naso del proprio figlio, deve chiamare immediatamente il medico o portare il bambino al pronto soccorso. Questo potrebbe indicare che le croste si sono staccate troppo presto. Si possono prevedere piccole macchie di sangue nel naso o nella saliva. Inoltre, se la respirazione diventa così difficile da far ansimare il bambino, cercare immediatamente assistenza medica. Questo può essere un segno di eccessivo gonfiore nell’area chirurgica e dovrebbe essere esaminato immediatamente.

DIAGNOSI E TRATTAMENTO DI Adenoidi ipertrofiche PRESSO IL BIOMEDIC

Patologie di natura infiammatoria, metabolica, infettiva, allergica, autoimmunitaria vengono trattate presso il Biomedic Clinic & Research avvalendosi della Medicina Integrata. Ciò si traduce in un approccio personalizzato che prende in considerazione metodi diagnostici e terapeutici propri sia della medicina tradizionale che di quella naturale, al fine di occuparsi anche delle cause scatenanti di un determinato disturbo, riferite al singolo paziente. 

Per la diagnosi delle cause ed il trattamento delle adenoidi ipertrofiche, oltre alla visita specialistica con l’otorinolaringoiatra, è possibile effettuare analisi di laboratorio specifiche oltre che un test biofisico completo, seguito da trattamenti di medicina integrata, i quali possono includere trattamenti biofisici, piano nutrizionale personalizzato e terapie di medicina naturale e/o tradizionale, in base a quanto emerso in fase di diagnosi.

RICHIEDI UNA VALUTAZIONE MEDICA PRELIMINARE

INVIA ORA I TUOI DATI

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali analisi già in suo possesso che le chiediamo, se possibile, di allegare.

Le risponderemo quanto prima.

US National Library of Medicine – medlineplus.gov/adenoids.html

Enlarged Adenoids (American Academy of Family Physicians)

Tonsils and Adenoids (American Academy of Otolaryngology–Head and Neck Surgery)

Adenoid removal – slideshow (Medical Encyclopedia)

All about Adenoids (Nemours Foundation)

Enlarged Adenoids (For Parents) (Nemours Foundation)

Bhandari, N., Don, D. M., & Koempel, J. A. (2018). The incidence of revision adenoidectomy: A comparison of four surgical techniques over a 10-year period. Ear, Nose, & Throat Journal, 97(6): E5–E9. DOI: 10.1177/014556131809700601

Bowers I, Shermetaro C. (2020). Adenoiditis. In StatPearls. StatPearls Publishing. Retrieved November 23, 2020, from https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK536931/

Koca, C. F., Erdem, T., & Bayındır, T. (2016). The effect of adenoid hypertrophy on maxillofacial development: an objective photographic analysis. Journal of Otolaryngology – Head & Neck Surgery, 45(1): 48. DOI: 10.1186/s40463-016-0161-3

Niu, X., Wu, Z-H., Xiao, X-Y., & Chen, X. (2018). The relationship between adenoid hypertrophy and gastroesophageal reflux disease: A meta-analysis. Medicine, 97(41): e12540. DOI: 10.1097/MD.0000000000012540

Pathak, K., Ankale, N. R., & Harugop, A. S. (2019). Comparison Between Radiological Versus Endoscopic Assessment of Adenoid Tissue in Patients of Chronic Adenoiditis. Indian Journal of Otolaryngology and Head & Neck Surgery, 71: 981-985.

Poddębniak J. & Zielnik-Jurkiewicz, B. (2019). Impact of adenoid hypertrophy on the open bite in children. Polish Journal of Otolaryngology, 73(4): 8-13. DOI: 10.5604/01.3001.0013.1536

Rout, M. R., Mohanty, D., Vijaylaxmi, Y., Bobba, K., & Metta, C. (2013). Adenoid Hypertrophy in Adults: A case Series. Indian Journal of Otolaryngology and Head & Neck Surgery, 65(3): 269-274. DOI: 10.1007/s12070-012-0549-y

 

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.