Caricamento in corso ...

Adenoidite, l'infiammazione delle adenoidi

Valutazione medica gratuita

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali esami già in suo possesso che dovrà allegare.

Le risponderemo quanto prima
 

Valutazione medica gratuita

ADENOIDITE

L’adenoidite è l’infiammazione delle adenoidi, le strutture di tessuto linfatico che si trovano nella laringe, causata da virus, prevalentemente Adenovirus, Rhinovirus e Paramyxovirus e batteri come Streptococcus pyogenes, Streptococcus pneumoniae, Moraxella catarrhalis, varie specie di Staphylococcus tra cui Staphylococcus aureus possono infettare il rinofaringe, provocando un'adenoidite acuta.

Si manifesta prevalentemente nell'età pediatrica, spesso associata a tonsillite acuta.

L’infezione può manifestarsi principalmente in due forme: acuta e cronica.

 

Adenoidite acuta, che presenta i seguenti sintomi:

  • ostruzione nasale
  • febbre alta, che in breve raggiunge e supera i 40°C
  • dolore alle orecchie

spesso si riscontra anche:

  • ingrossamento dei linfonodi del collo
  • emissione di secrezioni dal naso che appaiono purulente nelle forme batteriche e sierose nelle forme virali

A volte i sintomi sono indistinguibili da quelli di un comune raffreddore, ma la persistenza di alcuni di essi per più di 10 giorni dovrebbe indirizzare la diagnosi verso un’adenoidite.

L’adenoidite acuta di origine virale in genere recede spontaneamente dopo 48 ore, mentre le forme batteriche possono durare fino ad una settimana.

 

Adenoidite cronica, che causa invece

  • frequenti raffreddori
  • disturbi alle orecchie
  • laringiti ricorrenti
  • tracheiti ricorrenti
  • bronchiti ricorrenti

Provocando una ventilazione polmonare ridotta, le conseguenze sono anche:

  • respirazione rumorosa dalla bocca
  • russamento notturno
  • cefalee

Inoltre, a causa del ristagno di muco e catarro nel naso e nella faringe, il paziente è maggiormente incline alle infezioni che favoriscono l’insorgere di faringiti e otiti purulente.

Cosa sono le adenoidi

Le adenoidi sono una macchia di tessuto che si trova in alto nella gola, proprio dietro il naso. Insieme alle tonsille fanno parte del sistema linfatico. Il sistema linfatico elimina le infezioni e mantiene in equilibrio i liquidi corporei. Le adenoidi e le tonsille agiscono intrappolando i germi che entrano attraverso la bocca e il naso.

Le adenoidi di solito iniziano a ridursi dopo circa 5 anni dalla nascita. Nell’adolescenza sono quasi completamente scomparse. A quel punto, il corpo ha altri modi per combattere i germi.

CURA

L’adenoidite acuta causata da un’infezione di origine batterica può essere trattata con successo attraverso una terapia antibiotica.

Può inoltre essere utilizzata una soluzione nasale per aiutare la fluidificazione e l’espulsione delle secrezioni

Invece per il trattamento dell’adenoide cronica, che potrebbe causare una sindrome ostruttiva naso-faringea, è necessario ricorrere all’intervento chirurgico di adenoidectomia, a volte associato all’asportazione delle tonsille palatine.

È indicato l’intervento in caso di iniziale compromissione uditiva, di otiti o adenoiditi ricorrenti, sindrome delle apnee ostruttive nel sonno, sinusiti o rinofaringiti croniche che non rispondono in modo adeguato alla terapia antibiotica.

Cosa succede durante una adenoidectomia

Un'adenoidectomia viene eseguita da un medico specializzato in chirurgia dell'orecchio, del naso e della gola. Si effettua in un ospedale o in un centro chirurgico ambulatoriale in anestesia generale, il che significa che il bambino viene messo a dormire. Le tonsille e / o le adenoidi possono essere rimosse attraverso la bocca, quindi non vengono eseguite ulteriori incisioni, tranne per il punto in cui vengono rimossi i tessuti.

La maggior parte dei pazienti può tornare a casa subito dopo l’intervento, ma sarebbe opportuno attendere circa quattro o cinque ore in modo che il bambino possa essere attentamente monitorato.

 

Recupero dall’adenoidectomia

Dopo l'intervento chirurgico, il bambino può sentire nausea fino a quando l'anestesia non svanisce completamente. Nella settimana successiva all'adenoidectomia, il bambino potrebbe manifestare quanto segue:

  • Mal di gola: la gola può essere dolorante per sette-dieci giorni dopo la procedura e mangiare può essere scomodo.
  • Febbre: il bambino può avere la febbre bassa diversi giorni dopo l'intervento. Se la febbre supera i 38.8, chiamare il medico. Consultare un medico se la febbre è accompagnata da altri sintomi come letargia, nausea, vomito, mal di testa o torcicollo.
  • Respirazione della bocca: dopo l'intervento chirurgico possono verificarsi respirazione della bocca e russare, a causa di gonfiore alla gola. La respirazione dovrebbe tornare alla normalità una volta che il gonfiore diminuisce, di solito da 10 a 14 giorni dopo l'intervento. Consultare un medico in caso di difficoltà respiratorie.
  • Dolore: alcuni dolori alla gola e alle orecchie sono normali per alcune settimane dopo l'intervento. Il medico dovrebbe prescrivere farmaci per aiutare a controllare il dolore.
  • Croste in bocca: si svilupperanno croste spesse e bianche dove sono state rimosse le tonsille e / o le adenoidi. Questo è normale e la maggior parte delle croste cadono in piccoli pezzi entro 10 giorni dall'intervento. Non lasciare che il bambino si gratti le croste. Queste croste possono anche causare l'alitosi.

PREVENZIONE

Sole e mare sembrano rappresentare la prevenzione più efficace.

Per favorire la regressione dell’infiammazione, o per tentare di limitarne l’insorgenza, possono essere utili soggiorni in località marine, dove l’aria è ricca di iodio, l’esposizione al sole e le cure termali salso-iodiche.

Un’ulteriore misura preventiva è l’adozione di un regime alimentare che preveda l’assunzione di vitamine del tipo C, A e betacarotene, ottimo per la prevenzione e la riduzione dei sintomi.

Molto utile nella prevenzione dell’adenoidite si è rivelata essere l’assunzione di olio di fegato di merluzzo, di calcio e di glicerofosfati (usati in medicina come ricostituenti).

 

RIFERIMENTI:

  • US National Library of Medicine - medlineplus.gov/adenoids.html

  • Tonsils and Adenoids (American Academy of Otolaryngology--Head and Neck Surgery)

  • Adenoid removal - slideshow (Medical Encyclopedia)

  • WEB MD - www.webmd.com/children/adenoiditis#1

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.