Loading ...

Aggressività - Analisi diagnostiche specifiche

Aggressività - test diagnostici specifici

L’aggressività è un impulso alla violenza nei confronti di persone o cose. Questa può essere fisica oppure verbale. Le cause possono essere psicologiche, ma anche fisiche.

Il comportamento aggressivo viola i confini sociali. Può portare a rotture nelle relazioni. Scoppi aggressivi occasionali sono comuni e perfino normali nelle giuste circostanze. Tuttavia, è consigliabile parlare con il proprio medico se vengono manifestati comportamenti aggressivi frequentemente o secondo schemi.

 

cause del comportamento aggressivo

Molti fattori possono modellare il comportamento di una persona. Questi possono includere:

  • Salute fisica
  • Salute mentale
  • Struttura familiare
  • Relazioni con gli altri
  • Ambiente di lavoro o scuola
  • Fattori sociali o socioeconomici
  • Tratti individuali
  • Esperienze di vita

In questa sede prenderemo in esame i fattori derivanti dalla salute fisica.

Diverse condizioni mediche, abitudini non sane o circostanze fisiche includono, fra altri, il sintomo dell’aggressività.

Tra queste:

Diabete

I sintomi di bassi livelli di zucchero nel sangue che potrebbero contribuire a sbalzi d'umore includono:

  • Confusione
  • Fame
  • Difficoltà di coordinamento e di decisione
  • Aggressività e irritabilità
  • Cambiamenti di personalità o comportamento
  • Difficoltà di concentrazione

 

Menopausa

La rabbia può essere il risultato di fattori collegati alla menopausa. Le realtà dell'invecchiamento e del passaggio a una diversa fase della vita - oltre allo stress che a volte causano perdita di sonno e vampate di calore - possono contribuire a stati d'animo instabili.

Quando una donna si alla menopausa, le ovaie rallentano la loro produzione di estrogeni.

Gli estrogeni controllano anche la quantità di serotonina prodotta nel cervello. La serotonina è una sostanza chimica che aiuta a regolare l’umore. Producendo meno estrogeni, si produce anche meno serotonina. Ciò può avere un impatto diretto su quanto una donna si sente stabile e ottimista.

 

Sindrome premestruale

La sindrome premestruale è una condizione che influenza le emozioni, la salute fisica e il comportamento di una donna in determinati giorni del ciclo mestruale, generalmente appena prima delle mestruazioni.

 

Mancanza di sonno

La mancanza di sonno e l’assenza di un sonno di qualità sono state a lungo collegate a una varietà di disabilità fisiche, mentali ed emotive.

Nel breve termine, la perdita di sonno può aumentare le emozioni negative, come ansia, irrequietezza e tristezza.

Può anche ridurre le emozioni positive, smorzando i sentimenti di felicità, entusiasmo o gioia.

Nel corso del tempo, lo stress elevato causato da una riduzione del sonno influisce ulteriormente sull’umore. L'elevato stress provoca il rilascio di cortisolo, e questo a sua volta porta verso l'ipertensione e il declino cognitivo.

 

Demenza

L’Alzheimer, la malattia di Huntington ed altre forme di demenza in cui le cellule nervose del cervello si degradano gradualmente, hanno tra i loro sintomi l’aggressività.

 

Demenza vascolare

La demenza vascolare è una forma di deterioramento delle capacità intellettive, causata da un'alterazione della circolazione sanguigna cerebrale (diffusa o focale). Tale alterazione provoca una degenerazione delle cellule nervose presenti nell'area cerebrale colpita.

L'ictus è una causa comune di demenza vascolare. Durante un ictus, il cervello rimane senza sangue e ossigeno per un periodo di tempo. Altre cause possono essere un attacco cardiaco o un aneurisma.

I sintomi dipendono della specifica zona del cervello interessata dalla compromissione vascolare e possono comprendere manifestazioni cognitive/comportamentali e disturbi motori di varia natura e gravità.

 

Toxoplasmosi

La toxoplasmosi è un'infezione parassitaria comune e generalmente innocua che viene trasmessa attraverso le feci di gatti infetti, acqua contaminata o carne poco cotta.

Colpisce circa il 30% di tutti gli esseri umani ma è normalmente latente.

La ricerca ha rivelato che il parassita si trova nel tessuto cerebrale ed è stato collegato a una serie di condizioni psichiatriche, tra cui schizofrenia, disturbo bipolare e comportamento suicidario.

 

Pellagra

La pellagra è una malattia causata da bassi livelli di niacina, nota anche come vitamina B-3. È caratterizzato da demenza, diarrea e dermatite, note anche come "le tre D”.

In alcuni casi, i segni neurologici della pellagra compaiono presto, ma sono spesso difficili da identificare. Man mano che la malattia progredisce, i possibili sintomi della demenza includono:

  • Apatia
  • Depressione
  • Confusione, irritabilità o cambiamenti d'umore
  • Mal di testa
  • Irrequietezza o ansia
  • Disorientamento

La pellagra primaria è causata da diete povere di niacina o triptofano. Il triptofano può essere convertito in niacina nel corpo, quindi non assumerne abbastanza può causare carenza di niacina.

La pellagra primaria è più comune nei paesi in via di sviluppo che dipendono dal mais come alimento base. Il mais contiene niacitina, una forma di niacina che l'uomo non può digerire e assorbire se non preparato adeguatamente.

La pellagra secondaria si verifica quando il corpo non è in grado di assorbire la niacina. I fattori che possono impedire all’organismo di assorbire la niacina includono:

  • Alcolismo
  • Problemi alimentari
  • Alcuni farmaci, inclusi anti-convulsivi e farmaci immunosoppressori
  • Malattie gastrointestinali, come la malattia di Crohn e la colite ulcerosa
  • Cirrosi epatica
  • Tumori carcinoidi
  • Malattia di Hartnup

 

Porfiria

Le porfirie sono un gruppo di rare malattie del sangue ereditarie. Le persone con questi disturbi hanno problemi a produrre una sostanza chiamata eme nei loro corpi. L'eme è un componente dell'emoglobina, una proteina presente nei globuli rossi che trasporta ossigeno. Aiuta i globuli rossi a trasportare ossigeno e dà loro il loro colore rosso. L'eme si trova anche nella mioglobina, una proteina del cuore e dei muscoli scheletrici.

Esistono diversi tipi di porfiria, classificati in due categorie: epatica ed eritropoietica. Le forme epatiche del disturbo sono causate da problemi al fegato. Sono associati a sintomi come dolore addominale e problemi al sistema nervoso centrale. Le forme eritropoietiche sono causate da problemi nei globuli rossi. Sono associati alla sensibilità alla luce.

 

Assunzione di marijuana

La marijuana contiene centinaia di composti. Scienziati e ricercatori sono particolarmente interessati a due di questi composti chimici: cannabidiolo (CBD) e delta-9-tetraidrocannabinolo (THC).

Mentre i livelli di THC aumentano e diminuiscono, una persona può sperimentare effetti diversi dalla marijuana. Durante il picco, una persona ha maggiori probabilità di sperimentare l'effetto euforico. Quando le concentrazioni di THC nel sangue iniziano a scendere, tuttavia, una persona può sperimentare fame, sonnolenza, ansia e lieve paranoia.

Mescolare la marijuana con altre sostanze o farmaci  porta ad ulteriori potenziali effetti collaterali:

  • Iperattività o aggressività
  • Arresto cardiaco
  • Ictus
  • Convulsioni
  • Alta pressione sanguigna
  • Mal di testa
  • Dolore al petto
  • Iperattività
  • Comportamento aggressivo
  • Battito cardiaco irregolare

 

Alcolismo

La ricerca mostra che bere alcolici aumenta l’aggressività. L'abuso di alcol o l'alcolismo si riferisce al consumo di troppo alcool in una volta o regolarmente.

L'alcol compromette la capacità di pensare chiaramente e prendere decisioni razionali. Colpisce il controllo degli impulsi e può rendere più difficile il controllo delle emozioni.

L’aggressività è inclusa anche come effetto collaterale di alcuni farmaci antidepressivi o psicofarmaci (Trazodone, Risperidone, Sertralina)

 

Binge Drinking

L’espressione “Binge drinking” indica il consumo di cinque o più alcolici entro circa due ore per gli uomini o quattro o più alcolici entro circa due ore per le donne.

L’assunzione di molto alcol in breve tempo, porta, nel migliore dei casi, ad un’intossicazione, ma può condurre anche alla morte per avvelenamento da alcol. Tra gli innumerevoli effetti, vi è anche l’aggressività.

 

Anoressia Nervosa

L'anoressia nervosa, comunemente chiamata anoressia, è un grave disturbo alimentare in cui una persona adotta metodi malsani ed estremi per perdere peso o evitare di ingrassare.

Gli squilibri in alcuni ormoni, come serotonina, dopamina, ossitocina, cortisolo e leptina, possono spiegare alcune delle caratteristiche come depressione, ansia, iperattività, perfezionismo e impulsività di cui soffre chi ne è affetto.

Poiché questi ormoni regolano l'umore, l'appetito, la motivazione e il comportamento, livelli anormali potrebbero portare a sbalzi d'umore, appetito irregolare, comportamento impulsivo, ansia e depressione.

Inoltre, ridurre l'assunzione di cibo può portare a una carenza di nutrienti coinvolti nella regolazione dell’umore.

 

Bulimia

A differenza dell'anoressia, un altro tipo di disturbo alimentare, la bulimia non ha necessariamente sintomi di significativa perdita di peso. Ma gli effetti negativi sono molto simili: depressione, ansia o comportamenti ossessivo-compulsivi. L'umore e l'irritabilità possono verificarsi a causa di mancanza di vitamine. Oltre ad una lunga serie di altri effetti dannosi sull’organismo.

VALUTAZIONE MEDICA GRATUITA

Compili il modulo per sottoporci, in via preliminare, la sua situazione.

La nostra equipe si riunirà per valutare il suo caso clinico, prendendo in esame anche eventuali esami già in suo possesso che dovrà allegare.

Le risponderemo quanto prima

Valutazione medica gratuita

Esame Lipidomico Globulo Rosso

LIPIDOMIC PROFILE

Dal momento che gli acidi grassi sono i costituenti fondamentali delle membrane cellulari, valutare l’assetto lipidico delle membrane e rilevare la loro composizione permette di capire lo stato di salute generale delle cellule e quindi dell’intero organismo.

Il Lipidomic Profile è uno strumento con cui valutare la relazione tra lo stato di salute generale dell’organismo e lo stile di vita, allo scopo di attuare, mediante l’alimentazione e l’integrazione, una prevenzione mirata di possibili scompensi.

 Lipidomic Profile

ESAME SULLO STRESS O AFFATICAMENTO SURRENALICO

PROFILO STRESS

L'esame sullo stress o affaticamento surrenalico valuta il dosaggio degli ormoni che entrano in azione nei meccanismi di regolazione e di risposta allo stress, per rilevare eventuali squilibri dell'asse ipofisi-surrene.

 Profilo stress

ESAME ORMONALE PER LA DONNA IN MENOPAUSA 

PROFILO DONNA MENOPAUSA

L'esame è consigliato in caso di vampate di calore, sudorazioni improvvise, alterazioni del sonno, incremento di peso, aumento pressorio, modificazioni del tono di voce, calo del desiderio, comparsa di peli in zone tipicamente maschili, irritabilità, depressione.

 Profilo Donna Menopausa