Picnogenolo contro l’invecchiamento della pelle

Rimedi Naturali - Consigli - Pelle - Prevenzione Medicina Complementare

Dalla corteccia di un pino marittimo francese si crea un antiossidante, alleato contro l’invecchiamento della pelle, il picnogenolo

IL PICNOGENOLO E' UN COMPLESSO ANTIOSSIDANTE MOLTO POTENTE ED UN ALLEATO CONTRO GLI EFFETTI DEL SOLE

Si chiama Pinus Pinaster Aiton e dalla sua corteccia si estrae un complesso antiossidante molto potente che contrasta l’azione dei radicali liberi e dello stress ossidativo di cui risente la nostra pelle specialmente durante il periodo estivo a causa della maggiore esposizione al sole.

Cosa succede quando prendiamo il sole?

L’alta quantità di raggi ultravioletti di tipo A produce un eccesso di radicali liberi che colpiscono il DNA e le membrane cellulari. I radicali liberi sono molecole instabili che si legano con le molecole che costituiscono le cellule e le strutture cutanee e le danneggiano, a volte in maniera irreversibile.

Le cellule colpite producono a loro volta enzimi che danneggiano le fibre di collageni ed elastica del derma. La pelle perde quindi compattezza, elasticità, l’epidermide si assottiglia e diminuisce la sua funzione di barriera protettiva nei confronti degli agenti esterni e di impedimento della perdita di acqua transcutanea.

L’aiuto dalla natura

La miscela di sostanze antiossidanti estratte dal pino marittimo si chiama Picnogenolo, che ha proprietà essenzialmente antiossidanti, antinfiammatorie, antiaggreganti piastriniche e capillarotrope (preserva il collagene dei capillari sanguigni).

Il picnogenolo è considerato tra i complessi antiossidanti più potenti presenti in natura, 30 volte più efficace della vitamina E e degli antiossidanti classici.

È possibile assumerlo sotto forma di integratore alimentare, sempre sotto stretto controllo medico per evitare eventuali intolleranze o allergie, tuttavia le sue molteplici proprietà preservano non solo la pelle dall’invecchiamento precoce, ma l’intero benessere dell’organismo a cominciare dal cuore.

Il picnogenolo aiuta, infatti, a prevenire l’insufficienza venosa rinforzando il legame tra fibre elastiche di collagene ed elastina, combatte eventuali malattie cardiovascolari e disturbi legati alla circolazione periferica e al microcircolo cardiaco, favorendo inoltre la coagulazione piastrinica e fluidificando il sangue.

Utile anche a rinforzare le difese immunitarie, il picnogenolo risulta efficace anche nel trattamento di asma e patologie broncopolmonari strettamente correlate all’attività respiratoria.

Il picnogenolo non presenta controindicazioni: tuttavia prima di iniziarne l’assunzione, che prevede un dosaggio massimo di 30/45mg una o due volte al giorno, sia come antiossidante che in qualità di rimedio preventivo, è sempre opportuno consultare il proprio medico di fiducia.

 

 

Adattamento dall’inglese a cura della Redazione di Biomedic Clinic & Research

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Roberto Cestari (medico chirurgo, Direttore Sanitario Biomedic Clinic & Research).

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.

Si dichiara che il presente messaggio è diramato nel rispetto delle linee guida inerenti l'applicazione degli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica.