Intolleranze alimentari

Prevenzione - Allergie e Intolleranze - Energia Fisica Medicina Complementare

Le prime osservazioni conosciute sui disturbi legati all’ingestione del cibo sono molto antiche. Ippocrate aveva già osservato che l’ingestione di latte vaccino può provocare turbe gastriche, orticaria e cefalea. Lucrezio affermava: “quello che per un individuo è cibo, può essere per un altro veleno”.

 

COSA SONO LE INTOLLERANZE ALIMENTARI?

Le intolleranze alimentari sono più comuni di quel che sembra, anche se spesso non ce ne accorgiamo.

L’intolleranza alimentare è una reazione indesiderata dell’organismo verso determinati cibi, che si manifesta gradualmente.

 

i principali sintomi

I principali sintomi evidenziati sono: 

gonfiore addominalegas intestinaleulcerazioni della boccainappetenza o eccessivo appetitonauseastipsidiarreadigestione difficileritenzione idricaimprovvisi cambiamenti di pesoiperaciditàgastriteintestino irritabilecoliteraffreddoreinfezione delle vie aereeinfiammazioni della cuteeruzioni cutanee con pruritoacnecapogirimal di testasonnolenzastanchezza cronicaansiainsonniadepressione.

 

le principali cause

Le principali cause su cui indagare sono: 

la predisposizione famigliarel’iimpossibilità, da parte dell'intestino, di assimilare determinati alimenti, con conseguente accumulo di quell'alimento nell'organismo e quindi intossicazione, lo stressuna dieta squilibratal’alterazione della flora batterica intestinalemalattie che predispongono alla sensibilizzazione alimentare.

Adattamento dall’inglese a cura della Redazione di Biomedic Clinic & Research

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Roberto Cestari (medico chirurgo, Direttore Sanitario Biomedic Clinic & Research).

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.

Si dichiara che il presente messaggio è diramato nel rispetto delle linee guida inerenti l'applicazione degli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica.