Correggere a lungo termine una cattiva postura

Prevenzione Postura e Riabilitazione, Postura e riabilitazione, Fisioterapia

Correggere a lungo termine una cattiva postura con un percorso posturale basato su 35 anni di esperienza clinica.

 

IL PERCORSO POSTURALE BIOMEDIC

 

E’ un percorso posturale, basato su 35 anni di esperienza clinica, appositamente con lo scopo di correggere a lungo termine una cattiva postura, che è una causa primaria dei problemi a livello muscolare, articolare, vertebrale, respiratorio, cardiaco, circolatorio, visivo, mandibolare, digestivo e della traumatologia sportiva.

Il percorso è costituito da una tecnica posturale/respiratoria e da un plantare preparato su misura.

Ogni paziente che decide di iniziare questo programma deve essere consapevole che viene fatto un lavoro sul corpo a 360 gradi.

Quello che serve è la ricerca della esatta causa che scatena il sintomo, non un semplice lavoro per ridurre il sintomo.

Per ottenere il completo beneficio è necessario seguire l’intero programma.

La tecnologia posturale/respiratoria si prefigge di corregge i difetti posturali del corpo sul piano sagittale (visione laterale del corpo), comprende il bacino, la colonna vertebrale, la cassa toracica, le spalle, il diaframma.

E’ necessario eliminare quell’atteggiamento del corpo chiuso con le spalle in avanti, in particolar modo da seduti (in ufficio o alla guida) che nel tempo ha causato o può causare:

  • CERVICALE (tensione, ernia)
  • FORMICOLIO (braccia, mano, gamba)
  • MAL DI TESTA
  • VERTIGINI
  • MAL DI SCHIENA (protrusione, ernia)
  • SCIATICA (schiacciamento del nervo sciatico)
  • REFLUSSO GASTRICO
  • DEFICIT RESPIRATORIO

 

IL PLANTARE

Il Plantare è indispensabile per correggere i difetti posturali sul piano frontale, causati da uno scorretto appoggio dei piedi ancora prima dell’adolescenza.

I piedi sono le fondamenta dello scheletro, se la base non è diritta, tutto quello che è appoggiato sopra tende a diventare storto (vedere la figura).

Ogni scheletro ha dei difetti di postura, conosciuti o no dalla persona, che vanno corretti al meglio, per evitare inevitabili sovraccarichi articolari (artrosi, meniscopatia), muscolari (contrattura, infiammazione, strappi, tendinite), vertebrali (ernia, sciatica).

Il plantare deve provocare le spinte necessarie per rendere il più corretto possibile l’appoggio del piede in posizione eretta, in camminata, nella corsa o durante lo sport.

Il plantare è molto sottile, utilizzabile nella maggior parte delle scarpe, di varie densità in proporzione al peso, all’attività sportiva e alla correzione da raggiungere. E’ lavabile e leggerissimo.

Viene fatta una visita che consiste in una impronta del piede, una valutazione posturale completa di fronte ad uno specchio, usando degli spessori di diversa densità posizionati nei punti del piede che necessitano di spinta, fino ad arrivare ad un equilibrio posturale che sia il migliore possibile. Vengono fatte delle foto da varie angolazioni e poi usando delle speciali solette elettroniche si farà camminare il paziente e se necessario anche correre o facendogli fare il gesto sportivo che è abituato ad eseguire.

E’ necessario utilizzare il plantare circa 15 gg per far si che lo scheletro ne subisca l’effetto e si metta in asse dopo anni di cattiva postura, dopodichè è necessario controllare il corpo in piedi sul plantare e in camminata per verificare la nuova postura corretta, anche con scarpe diverse.

Nel controllo utilizziamo una speciale soletta elettronica dotata di sensori che rileverà le pressioni del piede, con e senza plantare, da fermi e in camminata o durante la corsa, verificando in tempo reale i miglioramenti ottenuti nell’appoggio dei piedi.

Può essere che al controllo sia necessaria una correzione del plantare, perché in fase di costruzione del plantare (indipendentemente dalla tecnologia utilizzata) non si può sapere come il corpo reagirà al nuovo appoggio.

La postura scheletrica con il plantare deve essere la più corretta possibile e deve rimanere tale.

Faremo un successivo controllo dopo 3 mesi e sarà consigliabile fare un controllo periodico (ogni 6 mesi) della postura con il plantare, da in piedi, in camminata e se necessario, nella corsa o durante il gesto atletico specifico.

Durante il programma e alla fine, vengono dati degli esercizi molto semplici da eseguire a casa, che hanno lo scopo di continuare ad ottenere il cambiamento della postura e di rinforzare la muscolatura specifica posturale.

 

La Malocclusione dentale

Anche l’aspetto masticatorio è importante perché può causare:

  • Tensioni al collo, spalle
  • Formicolio braccio o mano
  • Ernia cervicale
  • Acufene (fischio)
  • Mal di testa
  • Vertigine

Un difetto masticatorio causa problematiche fino all’altezza dello sterno, per cui un dolore dorsale o lombare o al ginocchio, se di origine posturale, non è causato dalla masticazione ma dall’appoggio dei piedi.

In una valutazione posturale completa è necessario verificare anche la masticazione, a volte ci possono essere dei difetti nel movimento mandibolare. Durante l’apertura e la chiusura della bocca la mandibola, questa si può spostare a destra o a sinistra rispetto al naso, causando sovraccarichi sulle vertebre cervicali, dolori cervicali, tensioni muscolari, mal di testa, acufene, formicolio al braccio o mano. Questo spostamento è osservabile allo specchio e mettendo le dita sull’articolazione della mandibola si può sentire se le due articolazioni si muovono allo stesso modo o meno.

Dopodichè in coordinazione con lo specialista, se necessario, si valuterà come procedere per allineare la masticazione e ci sono diverse soluzioni.

Il paziente viene seguito da una equipe specializzata in ogni aspetto posturale.

Lo scopo è un reset della vecchia postura, la riduzione o la scomparsa del problema, con una postura nuova e corretta, con una consapevolezza e controllo posturale naturale e giornaliero in ogni movimento e posizionamento del corpo, nello sport e al lavoro.

 

 

Dott. Luca Corvi

Fisioterapista/Posturologo

Email : fisioterapia@biomediccenter.com

Tel : +39 031 928764

Dal mercoledi al sabato 9.00 – 19.00 (orario continuato)